Home | email|
subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link
subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link
subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link
subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link
subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link
subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link
subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link
subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link

 

CALCOLATRICI MECCANICHE A TASTI

 

MODELLI A TASTIERA ESTESA A CARRELLO TOTALIZZATORE MOBILE

 

C3-02 MERCEDES Euklid mod.29 (1908)

 

C3-03 MONROE (1930 circa).

C3-04 MONROE High speed adding calculator. (1930 circa).

C3-05 NUMERIA - FAI- Fabbrica Addizionatrici Italiana

Hanno una tastiera analoga a quella del Comptometer di Felt.
Anche questo tipo di addizionatrici sfrutta il principio di funzionamento per il riporto automatico.
Per ogni cifra del numero da introdurre nella calcolatrice è prevista una colonna di dieci pulsanti contrassegnati da 0 a 9.
La digitazione di ciascuna cifra del numero deve essere eseguita nella colonna di cifre corrispondente alla posizione occupata dalla cifra in seno al numero da comporre.
Un giro di manovella completa la fase di ingresso in macchina del numero digitato.
Per introdurre il secondo numero la prassi si ripete. La somma dei due numeri si ottiene con un secondo giro di manovella in senso orario mentre per sottrarre un numero dal precedente si deve azionare la manovella in senso antiorario.
Per eseguire le moltiplicazioni occorre spostare il carrello totalizzatore, con intervento manuale, di una posizione per ogni ordine di grandezza delle varie cifre di cui è composto il moltiplicatore.
La Monroe High speed adding calculator ha un totalizzatore a 16 cifre, di grande formato, da ufficio, per impieghi in campo contabile (bancario, finanziario, amministrativo).

MODELLI A TASTIERA RIDOTTA ( CON UN SOLO TASTO PER OGNI CIFRA )

C3-06 FACIT- Lagomarsino

C3-07 FACIT (1950 circa)

C3-08 FACIT -ATVIDABERG 775366

C3-09 EVEREST Z5R (1950 circa)

Il numero di tasti è ridotto a dieci. Per immettere un numero basta digitare le cifre che compongono in numero nello stesso ordine in cui appaiono nella formazione del numero stesso. Il primo tasto battuto imposta la prima cifra del numero da comporre, il secondo la seconda e così via.
Con un giro di manovella il numero impostato viene trasferito al totalizzatore.
La procedura per le somme di due o più numeri appare quindi ovvia: basta impostare gli addendi in successione e, con un giro di manovella per ogni addendo, trasferirli al totalizzatore.
Un pratico sistema di leve con un ridotto numero di manovre, permette l’azzeramento di tutti i numeri presenti in macchina.
Per la moltiplicazione la procedura è analoga: lo spostamento di uno scatto del carrello, in cui viene immesso il moltiplicando per ogni ordine di grandezza del moltiplicatore, permette di trasferire al totalizzatore quantità multiple del moltiplicando, secondo le potenze di 10, nella quantità richiesta dal moltiplicatore.

ADDIZIONATRICI A TASTIERA PARZIALMENTE RIDOTTA

C3-10 Macchina priva di marchio di fabbrica. (1930 circa).

Si tratta probabilmente della TORPEDO SCHHELL ADDIERMASCHINE della
Torpedowerke di Frankfurt A.M.

La data di costruzione è frutto di una stima, considerati la tecnologia e i materiali impiegati.
E’ una macchina in grado di eseguire, almeno così sembra, esclusivamente addizioni.
Singolare la realizzazione. E’ analoga a quella del capostipite, il Comptometer; la differenza consiste nella tastiera; essa ha colonne con cifre comprese fra 1 e 5 anziché fra 1 e 9, talché, per immettere una cifra superiore a 5 bisogna premere due tasti in modo che la somma dei valori delle relative cifre dia appunto il valore voluto.

C3-11 CONTEX

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
Contact Us | ©2006 Bruno Ferrighi