Home | email|
subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link
subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link
subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link
subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link
subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link
subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link
subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link
subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link


 

CALCOLATRICI MECCANICHE TASCABILI

 

CON CURSORI A CREMAGLIERE

D1-01 ADDIMULT

 


D1–02 ADDIATOR

 


D1-03 KOPERNIK

 

 


D1-04 TASCHEN-RECHNER

 

 


D1-05 SUPERCORONA

 


D1-06 EXACTUS MINI-ADD

 

 


D1-07 ADDIATOR ARITHMA. Da taschino

 

 


D1-08 CORRENTATOR UNICAL

 


D1-09 RYCHLO-POCTAR

 


D1-10 KINGSON Pocket calculator. Da taschino

 


D1-11 TOTALIS ADDITIONNEUSE AUTOMATIQUE

 

 


D1-12 ANONIMO da taschino.

E’sprovvista del marchio di fabbrica
Di evidente provenienza sovietica.

 


D1-13 ADDIATOR Duplex. (1958).

 


D1-14 CM RECORD

 

 

D1-15 MAXIMATOR SPEICHRWERK 1925?

 

D1-16 SUPER SIMPLEX

 

 

Addizionatrici tascabili o da studio.
L’invenzione risale ai primi anni del 1900.
Eccezion fatta per la Totalis, che non è adatta per le differenze, eseguono addizioni, sottrazioni e, con semplici artifizi, anche moltiplicazioni.
Sono a cursori con percorso lineare a cremagliere. L'azionamento, manuale, è possibile per mezzo di uno speciale stilo in dotazione. Il "riporto” è semiautomatico nel senso che, quando si rende necessario il riporto, il visore relativo a ciascun cursore informa, ricorrendo a diversa colorazione, circa il verso di azionamento del cursore stesso.
La Exactus Mini-Add è stata adattata, dal costruttore, all’esecuzione di somme e differenze di denaro, espresse in valuta inglese, prima dell’adozione del sistema decimale.

La D1-15 è un singolare dispositivo di calcolo composto di due unità operative. Una di dimensioni relativamente grandi, asportabile, è in grado di eseguire somme e differenze. La seconda, fissa, lo sole addizioni.

 

 

D1-20 CURTA TYPE I (1947)

 


Ideata dall’australiano Curt Herzstark
Recitava la pubblicità del tempo:
"Calcolatrice di minimo ingombro e del peso di soli 200 g.
Ha le stesse prestazioni delle più perfette macchine da calcolo, di normale ingombro per ufficio. Con immediatezza di impostazione e funzionamento facile e rapido, esegue infinite operazioni di calcolo. Indispensabile in viaggio, in cantiere, in laboratorio, in officina, in ufficio, ...ovunque”.
Nella realtà è un gioiellino. Considerate le dimensioni e la delicatezza di comandi e organi di manovra, la macchina è da trattare con cura e con attenzione.
Nata alla fine degli anni quaranta, ha il funzionamento che richiama quello della Brunsviga. I numeri vengono impostati mediante cursori a percorso rettilineo. Somme e differenze si ottengono mediante rotazione della manovella. Per moltiplicazioni e divisioni occorre ruotare opportunamente, in funzione dell'ordine di grandezza delle cifre che compongono moltiplicatore o divisore, la ghiera superiore cui appartiene il totalizzatore.
Le altre possibilità restano da scoprire. Notevole è la capacità: in ingresso accetta numeri di 8 cifre mentre il totalizzatore può ospitare numeri di 11 cifre.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
Contact Us | ©2006 Bruno Ferrighi